12 modi per avere più opportunità di lavoro

Chi altro vorrebbe illimitate opportunità di lavoro?

Risposta: TUTTI! Più che mai in tempi di crisi, quando le opportunità di lavoro sembrano non esserci mai abbastanza.

Lo scopo di questo mio sito però è quello di arrivare a farti capire che, in realtà, quello della mancanza del lavoro è solo un FALSO problema. Il lavoro dei sogni, il lavoro che ti da quello che di cui hai bisogno e che ti realizza, esiste. Solo che la maggioranza delle persone non sa come ottenerlo e così, alla fine, complici i lavaggi di cervello mediatico, la pessima formazione scolastica tradizionale e mille altre situazioni in cui ci troviamo a vivere, finiamo per convincerci del contrario.

Ma la verità è che, nessuno dei professionisti di valore che conosco è senza lavoro.
Attenzione, ho detto “PROFESSIONISTI DI VALORE”, non persone di valore. Uno può essere una magnifica persona ma avere un valore basso, come professionista.

Se hai un valore basso… beh, sei irrimediabilmente destinato ad essere classificato nel mondo del lavoro come “P.I.R.L.A.®”.
Non ti offendere, è un acronimo che ho inventato io con il preciso intento di essere un pò punzecchioso, per stimolare gli animi troppo sopiti e rassegnati delle persone. Significa:

P. Persona
I.  Inessenziale
R. Rimovibile dal 
L. Lavoro
A. Agevolmente 

La cosa bella è che si può perfettamente imparare a smettere di essere dei “P.I.R.L.A.®”, per imparare invece a diventare una razza di professionisti molto rara e, anche per questo, molto richiesta: l’INSOSTITUIBILE.

Un Insostituibile dorme sonni tranquilli in qualsiasi situazione di mercato: sa che è in grado di produrre sempre più valore di quello che il mercato è abituato a ricevere e, per questo, sa per certo che ci sarà sempre qualcuno che lo vuole in squadra!

Come si fa a diventare un Insostituibile?

Si fa come in qualsiasi altra cosa: si studia, si impara, si applica.

Se hai già un’idea di come fare (dubito, perchè io personalmente non ho trovato nessuna di queste indicazioni in giro, mi ci sono “ritrovata” a costruirle da me e vederle funzionare, prima su di me poi sugli altri al punto da capire che avevo fatto una scoperta davvero rivoluzionaria), lavora per farlo di più e meglio.

Se invece non hai idea di come fare, iscriviti ora al corso che ho messo a punto per rivelarti esattamente come fare per passare da Persona Inessenziale Rimovibile dal Lavoro Agevolmente alias, “P.I.R.L.A.®” a prezioso, occupato e pagato Insostituibile. 

Clicca qui o nell’immagine qui sotto per scaricare [GRATIS] il corso 30 giorni “Lavoro! Come trovarlo, tenerlo o cambiarlo, anche in tempi di crisi”

Banner Lavoro Erica

Detto questo veniamo a noi con qualche dritta iniziale, tradotta per te da un lavoro fatto dallo Young Entrepreneur Council (YEC) americano, praticamente l’equivalente della nostra Confindustria Giovani.

12 consigli per aumentare le tue opportunità di lavoro, secondo lo YEC

Che tu sia fresco di laurea alla ricerca del primo lavoro o che tu stia celebrando qualche lustro di onorata attività lavorativa e cominci a mostrare qualche segno di insofferenza o che tu sia alla ricerca di un nuovo lavoro, c’è sempre qualcuno in giro pronto a darti qualche consiglio – più o meno spassionato, più o meno richiesto! -.

“Dovresti assolutamente fare questo”. “Stai facendo quest’altro?”. “Ascolta il mio consiglio”.

Beh, se è vero che alcuni di questi consigli sono del tutto inutili e improduttivi, ce ne sono altri che – secondo lo Young Entrepreneur Council (YEC), praticamente l’equivalente della nostra Confindustria Giovani – sono assolutamente da prendere in seria considerazione, perchè statisticamente si sono rivelati importantissimi per far fare seri passi in avanti a chi li ha ricevuti e, soprattutto, messi in pratica.

Pronti? Eccoli, i 12 modi per avere più opportunità di lavoro e migliorare la tua carriera (anche se stai partendo da zero, giusto adesso)

1.  Se non ti rende migliore, non vale la pena farlo

“BASTA”. E’ una delle parole fondamentali da pronunciare, a volte, nella vita e nella carriera. Ma qual è il momento in cui mollare? Non certo quello in cui tutto va male e niente di soddisfa, perchè in questo caso si tratterebbe con ogni probabilità di FUGA. Ma se stai guadagnando bene, sei apprezzato e in certo qual modo soddisfatto di quello che fai, se senti però che in questo momento la tua vita professionale è “stagnante” e non ti sta ponendo sfide nè ti entusiasma, allora forse è proprio il momento di dire “BASTA”!

2.  Leadership è la capacità di fare attraverso gli altri

Troppi ancora pensano che Leadership significhi far fare qualcosa ad altri. Ma un modo molto più efficace per affrontare questo argomento e soprattutto avere la motivazione per acquisirne maggior maestria, è il considerare la leadership come la capacità di fare noi qualcosa, attraverso gli altri. Chi impara questo impara a delegare e a liberare risorse importanti per fare altro.
Leader non è solo chi è a capo di una squadra, a questo riguardo. Leader in realtà è ognuno di noi: è quanto meno a capo di se stesso e delle risorse di cui dispone. Saperle organizzare e delegare al meglio, senza sentirsi in colpa per questo, è un’abilità fondamentale da sviluppare se si vuole fare carriera.

3.  Preparati più del necessario e poi lascia andare

Qualunque cosa nella propria professione – o preparazione alla professione – che tu debba fare, il modo migliore per farla è dare il 101% di te mentre la impari per poi, al momento del dunque, lasciarti andare all’improvvisazione. Un esempio per tutti? Il colloquio. Se è insensato e da sprovedduti andare “alla come viene” ad un colloquio, è però vero anche che prepararsi con dovizia e poi al momento del colloquio cercare di ricordare esattamente le risposte che ti eri preparato, è altrettanto un grande autogoal. Il modo migliore è lasciare che la tua spontaneità si muova fluidamente sulle onde della tua preparazione, che naturalmente devi aver curato al massimo!

4.  Ascolta più di quanto parli

Ascoltare attentamente e con il reale intento di capire l’altro (non tanto per fare e lasciare che dia aria alla bocca!) è un elemento fondamentale che chiunque voglia portare la propria vita ad un livello superiore, prima o poi deve assolutamente fare.

5.  I tuoi colleghi non sono necessariamente amici

Troppo spesso negli ambienti di lavoro si confonde il cameratismo (il “siamo nella stessa barca”) con amicizia e si trascura così di considerare cose importanti. La prima in assoluto è che, senza approfondire, lasciando solo alla “simpatia” il tuo giudizio, potresti scoprire che l’altro non ha per niente intenzione di assecondare i tuoi migliori interessi. Conoscere i propri valori già è qualcosa che pochi fanno. Dare per scontato che i propri valori siano gli stessi degli altri, è il modo migliore per crearsi sgradite sorprese sul lavoro! Questo non significa che un collega non possa diventare amico, ma non confondere l’amicizia con il cameratismo.

6. Corri la tua gara

Troppo spesso investiamo energie a guardare cosa fanno gli altri solo per confrontarci, giudicare e magari trovare degli alibi per i nostri mancati successi. Molto meglio dedicare tempo a capire esattamente cosa vogliamo nella vita, fissare la nostra attenzione sui nostri obiettivi e investire tutte le nostre energie su quelli. Corri la tua gara, non distrarti a commentare quella degli altri!

7.  Auto promuoviti

Una delle disfunzioni più gravi e tipiche dei professionisti, soprattutto quelli molto bravi, è l’essere convinti che la vendita sia qualcosa esclusivamente per venditori. La verità dei fatti è che ognuno di noi, in ogni momento, nel mondo del lavoro sicuramente, sta vendendo qualcosa a qualcuno: vendi le tue idee, vendi la tua posizione per trovare alleanze, vendi le tue competenze. E se non sai come promuoverti, hai poche probabilità di riuscire a migliorare la tua posizione. Non si tratta di mentire, ma di essere ben consapevoli del proprio lavoro e saperlo mostrare all’occorrenza con evidenze chiare (che non puoi avere se non ti occupi di raccogliere nel tempo… ma di questo parleremo un’altra volta)

8.  Rallenta

Siamo sempre troppo di fretta. L’unico modo per assicurarti di sapere dove stai andando, verificare se il tuo dove è esattamente quello in cui vuoi andare e, ancora di più, avere un maggior grado di capacità di risolvere problemi e vedere opportunità, è RALLENTARE. Prenditi del tempo, non sarà mai tempo perso.

9.  Abbi un piano per la giornata

Se sei di quelli che rincorrono tutto il giorno quello che c’è da fare, è il momento buono di darci un grande taglio! Io per esempio ho beneficiato tantissimo degli insegnamenti sul Master Plan durante il corso Genio in 21 Giorni di YTG. Pensavo di essere organizzata, ma devo dire che mi sono assolutamente dovuta ricredere dopo aver sentito quella parte del corso. E, il metterlo in pratica ogni giorno, ha dato uno sprint incredibile alla mia efficacia!

10.  Focalizzati sul problema nella sua forma più semplice

In altre parole… semplifica! Se non riesci a descrivere il tuo problema in una sola frase, vuol dire che stai ancora girando troppo in largo. Trova una frase per descrivere il tuo problema e poi trova un’altra frase al massimo per descrivere una possibile soluzione. Se non puoi spiegarlo, significa che non è ancora abbastanza chiaro.

11.  Non rimandare

Questo è uno dei grandi classici. Se sei malato di rimandite… smettila! Nuoce più del fumo alla tua vita! Organizzati, datti delle priorità, impara un modo per gestire il tuo tempo con ordine e poi AGISCI! Agisci senza rimandare.

12.  Sii affamato, sii modesto. Stay Hungry, Stay Humble

Questa frase rende molto meglio in inglese ma il concetto è semplice: fai in modo di avere ben chiaro il perchè fai quello che stai facendo e assicurati che questo alimenti in modo continuo la tua motivazione, la tua “fame” di farcela, di riuscire, di migliorare. E poi però sii umile, modesto, aperto a valutare alternative, opinioni, situazioni e risultati, senza rischiare di diventare troppo “gradasso” quando arrivano i risultati.

Clicca qui o nell’immagine qui sotto per scaricare [GRATIS] il corso 30 giorni “Lavoro! Come trovarlo, tenerlo o cambiarlo, anche in tempi di crisi”

Banner Lavoro Erica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *