Vuoi cambiare lavoro? Fai attenzione al Fattore TEMPO

[NOTA IMPORTANTE: Questa è la trascrizione solo di una parte  dell’intero video, ascoltalo tutto nella versione integrale che trovi QUI: “Cambiare Lavoro? Occhio al TEMPO!”  ]

Ciao! Sono Erica Zuanon, ex frustrato ingegnere ma volevo fare altro e in effetti ho fatto altro!

Sono autrice di “Missione Lavoro”, insieme al famosissimo Massimo Rosa e “Un Lavoro che vale”, che contiene il sistema che ho messo a punto per tutti coloro che, come me, hanno un Lavoro, si sono trovati con una certa qualifica professionale ma avrebbero voluto fare altro nella vita, avrebbero voluto cambiare.

Uno degli elementi più critici che incontra chiunque si trova in questa situazione è il FATTORE TEMPO, da tanti punti di vista.

Vorresti cambiare lavoro MA ti manca letteralmente il tempo per occupartene

Il più semplice, il più scontato è l’elemento legato alla MANCANZA DI TEMPO per cercare un altro lavoro. Anche solo per procurarti materialmente i colloqui… tante persone hanno difficoltà a reperire il tempo per andare a colloqui, non si dice poi procurarseli i colloqui.

Anche perché lo sai benissimo, oggi non è più sufficiente semplicemente dire “Voglio un nuovo Lavoro” quindi compilo il curriculum, lo tiro fuori dal cassetto gli do una lustratina, lo mando e troverò qualcuno che mi dice “Sì prego venga”. Questo è un sogno dei bei vecchi tempi andati, che ora non funziona più. Quindi anche semplicemente tutta la parte che viene prima del Colloquio è una parte che ti richiede una grandissima quantità di tempo, che devi “strategicizzare”, rendere il più strategico possibile. Perché diversamente sei costretto a rimanere a vita nell’attuale condizione di frustrazione.

(Ammesso poi che oggi esista ancora il lavoro sicuro, la condizione di “lavoro a vita”…)

Insomma, le situazioni per le quali il tuo lavoro “sicuro” non è davvero mai così sicuro sono tantissime.

In tutto questo, noi viviamo molto spesso con il pilota automatico inserito, non ci rendiamo conto di fare una quantità di cose durante le nostre giornate che non sarebbero veramente necessarie…

Molte volte le facciamo perché vogliamo accontentare qualcuno, perché non siamo capaci di dire di no, perché è l’abitudine, e non ci rendiamo conto che invece ci sono tantissime possibili pulizie che potresti proprio fare nella tua vita…

Se non hai tempo… non darti tempo!

Tant’è che una delle cose che pochi sanno è la famosa legge di Parkinson che non è quello del tremolio, poverino.

E’ un altro. Cyril Northcote Parkinson, il quale dice che praticamente il tempo è come l’entropia…

Tradotto: “Il casino [e il lavoro nel tempo, fa altrettanto] si espande senza controllo”.

Lo sai anche tu, hai l’esperienza a casa con il disordine…  E la stessa cosa, più o meno, succede anche con il lavoro e il tempo. Ovvero se tu hai X tempo e un lavoro da fare, questo lavoro tendenzialmente occuperà entropicamente, come un gas, riempendo tutto lo spazio del contenitore.

Non è un solido che se ne sta lì fermo e se ha un volume di 1/3 occupa un pezzo del suo contenitore punto.

No! Il gas, il lavoro, occupa tutto il contenitore quindi tutto il tempo che tu hai a disposizione e questo è un principio indispensabile da capire perché ti da l’idea che se tu riuscissi a riorganizzare le tue priorità,  le tue cattive abitudini oppure tutte quelle cose che appunto fai per accontentare gli altri o semplicemente ti mettessi a fare ordine nella tua vita, riusciresti a ritagliarti spazio e tempo da dedicare al costruire il tuo piano di gestione di carriera

L’unica via è un buon Piano di Gestione di Carriera

Cioè quel sistema, quell’insieme di azioni, quella strategia che ti permetterebbe di andare dal lavoro in cui sei al procurarti altre opportunità tra cui  poi andare a scegliere quella che più si avvicina alle tue esigenze e alle tue aspettative. Per fare ordine in tutte quante queste cose, hai bisogno di prenderti del tempo, identificare che cosa vorresti di diverso e naturalmente poi andare a fare il setaccio di tutte quelle cose che non sono così strettamente indispensabili.

Se fai questo lavoro fatto bene, vedrai che minimo minimo sindacale, un’ora al giorno ti salta fuori.

Un’ora al giorno nella quale puoi dedicare tempo per creare il tuo piano di gestione di carriera e lavorarci sopra. Oppure per ascoltare per esempio il mio corso gratuito, che ti invito caldamente se vuoi approfondire tutti quanti questi temi.

Lo trovi l’indirizzo www.unlavorochevale.it sono DUE ORE di assolutamente gratuite, 13 passi da seguire per fare questo che adesso ti ho indicato. Quindi potresti prenderti quel Tempo, ascoltarti il videocorso magari ancora meglio nel tuo pomeriggio libero, applicare con grande precisione tutti gli esercizi che ti suggerisco e vedrai che ti trovi con un grado di chiarezza e di lucidità che è di un ordine di grandezza superiore!

PS: Nel video integrale che trovi QUI: “Cambiare Lavoro? Occhio al TEMPO!”, ti spiego anche il SECONDO ERRORE che troppi fanno con il fattore TEMPO quando vogliono cambiare lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *